Pelù contro Renzi al 1° maggio. L’attacco diventa caso politico

LASTAMPA.IT – L’affondo di Piero Pelù contro Matteo diventa un caso politico. Il rocker ha bollato renzi come «boyscout di Licio Gelli» durante la sua performance sul palco del Primo Maggio a Roma. È una querelle che nasce qualche anno fa. Dal Pd fanno notare che il cantante fu silurato dall’allora sindaco rottamatore dal ruolo di direttore artistico dell’Estate Fiorentina.

Beppe Grillo riprende in un post l’attacco al premier lanciato dal palco di San Giovanni. «Pelù al concerto del 1 maggio ha parlato di Renzie», scrive il leader del M5S prima di riportare integralmente le parole del rocker fiorentino: «Non vogliamo elemosine da 80 euro, vogliamo lavoro», ha detto ieri Pelù, definendo il presidente del Consiglio «il boy scout di Licio Gelli». «Sarebbe bene che i comici e i cantanti si occupassero del loro mestiere», risponde sottolinea Alessandra Moretti (Pd), deputata e capolista alle Europee per il Nord-Est.

«Quando la politica va veloce succede che il rock diventa lento», risponde a Pelù l’esponente del Pd Pina Picierno. «Probabilmente era impegnato in una registrazione di “The voice” e non si è accorto di quanto stava avvenendo nel nostro paese. – continua la capolista del Pd alle europee per la circoscrizione sud- forse non sa che gli 80 euro che il governo Renzi ha deciso di redistribuire a chi ha sempre pagato non sono un’elemosina come l’ha definita lui, ma il primo passo verso l’equità sociale che noi del pd vogliamo assolutamente riportare in questo paese. Mi dispiace, conclude la Picierno, che a dire no a questi 80 euro sia una persona fortunata e benestante grazie al suo talento. ogni tanto però bisognerebbe uscire dai panni del rocker milionario e indossare quelli di chi vive con mille euro al mese».

Interviene anche il deputato del Pd Dario Ginefra: «Io non ho votato per Renzi al congresso e a volte non ne condivido il modo di fare, ma trovo le parole di Piero Pelù offensive per l’intero popolo democratico». Il collega Edoardo Patriarca è sulla stessa linea: «È davvero preoccupante quando un cantante come Pelù fa concorrenza a Grillo. Ma sappia che il concerto del primo maggio non è certo un talent».

LEGGI SUL SITO

Share:

Leave a Reply

LitfibaUnofficial.it - Miglior sito non ufficiale sui Litfiba Sito realizzato da Gianluca De Bianchi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi