Mondi sommersi

mondi sommersi
2 Gennaio 1997
Litfiba
EMI Music Italy - Sony Music
Producer: Ghigo Renzulli, Piero Pelù, Richard "Jack" Guy
Number of discs: 1

Mondi sommersi è l’ottavo album in studio della rockband italiana Litfiba, pubblicato dall’etichetta discografica EMI italiana il 2 gennaio 1997.

Il disco, dedicato all’acqua, è l’ultimo della cosiddetta tetralogia degli elementi, iniziata nel 1990 con l’uscita di El diablo.

Il disco prosegue ed estende il lavoro che, tre anni prima, aveva portato all’uscita di Spirito, aprendo la produzione del gruppo a un rock più melodico e sperimentale, legato all’influenza delle musiche anglosassoni. Di quella che era la formazione originaria del 1980 sono ormai rimasti solo Piero Pelù e Ghigo Renzulli, che scrivono in coppia (Pelù i testi, Renzulli le musiche) nove degli undici brani (Dottor M. e Sparami sono invece attribuiti nel testo a Pelù e nella musica a entrambi). Alla linea strumentale classica della produzione della band e formata dall’insieme chitarra solista, basso, batteria, viene aggiunto l’uso di campionamenti e grooves, cercando quindi una commistione tra il linguaggio classico del rock e l’utilizzo dell’elettronica più moderna. Proprio quest’ultimo è uno degli elementi di maggiore interesse del disco, che riprendendo i Garbage è emerso fin dall’inizio come un disco assolutamente innovativo per la produzione del gruppo e del rock italiano fino a quel momento. Penultimo album assieme di Pelù e Renzulli, prima del successivo Infinito, fu quello che fece apprezzare alle grandi masse il gruppo fiorentino, vendendo in poco tempo quasi settecentomila copie anche grazie a tre singoli (Ritmo #2, Regina di cuori, Goccia a goccia e Imparerò) che ebbero grande riscontro radiofonico. Il disco è l’ottavo più venduto in Italia del 1997 ed ebbe un ottimo riscontro di vendite nel resto d’Europa. I Litfiba parteciparono al Roskilde Festival ’97.

I testi, scritti interamente da Piero Pelù, si focalizzano soprattutto su temi già cari alla band, ma con un approccio più diretto e meno oscuro del passato: alcuni riguardano in modo frivolo i rapporti controversi con l’altro sesso (Regina di cuori); altri in modo caustico la situazione politica e sociale (L’esercito delle forchette); altri ancora in modo efficace la critica alla società attuale (Dottor M., Sparami) e la conseguente incitazione al desiderio di rivalsa e di liberazione dagli schemi sociali (Si può, Apri le tue porte). Non vanno poi dimenticati i testi legati all’esame di se stessi e dei propri sbagli cercando di migliorare (Imparerò e Goccia a goccia). Da questo elenco rimangono fuori il singolo di lancio del disco e l’omonima canzone di apertura, Ritmo #2 e Ritmo rispettivamente, e la goliardica In fondo alla boccia, una sorta di stralunato demo che chiude l’album. La tematica dell’album rimane tuttavia chiaramente l’acqua, con un continuo ritorno di termini chiave e l’incitazione a scoprire molteplici nature nelle situazioni più diverse, compresi i significati delle liriche. Un tema che la varietà del disco sembra a suo modo confermare, e che l’impasto sonoro stratificato e complesso invita a fare anche a livello musicale.

TRACKLIST
Ritmo – 4:13 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
Imparerò – 3:27 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
Regina di cuori – 4:05 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
Goccia a goccia – 4:42 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
Si può – 4:34 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
Ritmo 2# – 4:34 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
L’esercito delle forchette – 5:12 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
Sparami – 4:38 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli, Piero Pelù)
Apri le tue porte – 4:12 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)
Dottor M. – 5:05 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli, Piero Pelù)
In fondo alla boccia – 3:43 (testo: Piero Pelù – musica: Ghigo Renzulli)

FORMAZIONE
Piero Pelù – voce
Roberto Terzani – tastiera, campionamenti, cori
Ghigo Renzulli – chitarra
Daniele Bagni – basso
Franco Caforio – batteria
Altri musicisti
Dread Sisters – cori
Centro Tempo Reale – convoluzioni sonore sul finale di Dottor M.
Candelo Cabezas – percussioni

Share:
LitfibaUnofficial.it - Miglior sito non ufficiale sui Litfiba Sito realizzato da Gianluca De Bianchi